lunedì 24 marzo 2014

Alpha e Omega...

Care amiche,
mi rivolgo soprattutto alle femmine della nostra specie che leggeranno queste poche righe. Vi regalo alcuni consigli utili per i prossimi incontri con i maschi (umani, eh? Niente vampiri o licantorpi o angeli caduti, tengo a precisare), o meglio, con i Maschi Alfa. Sì care, ecco alcuni utili consigli su come salvarsi la vita e distinguere un Alfa da un Omega. Prima di tutto scopriamo una volta per tutte che cos’è un Maschio Alpha.

Dal punto di vista scientifico dicesi Maschio Alpah nel Regno Animale e nell’accezione più ampia del termine, il maschio dominante. Quello cioè che nelle specie gregarie (lupi, per intenderci e NO!, ripeto, niente creature paranormali, prego) è riconosciuto da tutti i componenti del branco come il leader, colui  che si afferma su tutti gli altri per la propria abilità, forza, intelligenza. In sostanza per i doni che Madre Natura, nella sua lungimiranza, gli ha elargito.

Finita la parabola zoologica. Esclusi i tizi che urinano agli angoli della strada, nelle trombe delle scale o nelle aree di sosta delle autostrade (quelli non marcano il territorio, sono sporcaccioni), resta da chiarire cosa accomuna i maschi Apha del regno animale a quelli umani e perché li amiamo? O è solo nella finzione che vorremmo questi uomini? Provate a immaginare: se aveste un vero alpha tra le "mani", non sarebbe troppo aggressivo, egoista, sexy, sopra alle righe?

Nei Romance paranormali il maschio è ancora più alpha, le autrici creano protagonisti infondendo loro caratteristiche che attraggono l'immaginario femminile (e non solo...) e inventano tragiche storie d'amore in cui un maschio irraggiungibile diventa improvvisamente più umano quando sperimenta l'emozione dell'amore. Sono belli, alti, fisicamente attraenti. Se entrano in una stanza li noterete, eccome. Perchè? Perchè a parte le condizioni estreme di pericolo, in cui dominerà con la forza bruta gli avversari, la sua superiorità non si limita al fisico. E’ anche intelligente.

Questa è la caratteristica che gli fa cadere, tra le braccia, anche la più recalcitrante delle prede e gli permette di schiacciare gli altri maschi, drammaticamente più stupidi, che non avranno altra scelta che tacere per dissimulare la loro ignoranza. Il Maschio Alpha è brillante, è un fine oratore, spinge gli avversari al tappeto con un’eloquenza fluida e argomentazioni affilate. Carisma? Non solo. E’ un concetto molto più fine, che racchiude una buona componente soggettiva. Egli sa affermarsi utilizzando un unico, ferale sguardo. Non s’imporrà mai con l’arroganza ma conquistandosi naturalmente il rispetto di tutti.

Lui non usa artifici. E’ semplicemente lui, nudo e crudo, si piazza al di sopra di tutti gli uomini che vi circondano e qui viene il bello, qui dovete essere attente, scaltre, vigili perchè certi artifici possono migliorare il carisma di un individuo in maniera esponenziale  e far passare un maschio Omega (ultimo della lista) per un maschio Alfa.

Attente. Perché certe capacità artistiche affinano l’estro creativo aumentano il carisma nei confronti del sesso opposto (siamo noi) quasi del 70%. Ecco perchè un cantante o un chitarrista non avranno che da comporre qualche arpeggio per farci cadere prede del loro fascino mendace ("Giochi Proibiti" per le facilone e "Starway to Heaven" per le più scafate...) e anche con i poeti affinate il fiuto: recitando rime strappalacrime, vi possono zompare addosso con estrema facilità, declamando celestiali versi. Siate vigili. Soprattutto quando sentite nell’orecchio rime poetiche come «fammi vedere, baby, il sedere». Non vi deve importare un fico secco se siete da tre ore su una spiaggia al chiar di luna, non cascateci, sono falsi Alpha.

Occhi scaltri anche nei confronti degli sportivi. Esempio classico il surfista tipo californiano (per coloro che surfano nel Mare del Nord, il compito di distinguerlo dai falsi è più arduo...). I capelli lunghi sulle spalle resi selvaggi per gli spuzzi del mare e schiariti dal sole, qualche cicatrice qua e là sui bicipiti: «Ah, questa? Niente tesoro, solo uno squalo alle Hawaii lo scorso autunno.»

Maschi che fanno sognare mucchi di femmine sprovvedute che vedono in loro adoni acquatici, selvaggi e liberi. Qui dovete essere scaltre: il genere trae in inganno, le attività acquatiche non-motorizzate (cacciatori subaquei con arpione, oceanografi, Flipper il delfino...) ci lasciano con la voglia di spiagge bianche e deserte, acque turchesi e bicchieri pieni di coktails colorati sotto un ombrellone di foglie di palma. Bene, non sono Maschi Alfa.

E se è straniero? O ha un accento talmente seducente (e chi non ha mai sognato di fare lezioni di lingua ad un brasiliano, australiano, americano?) da farvi girare all’impazzata gli ormoni solo con il potere di una parola (Luca Ward fa scuola...) che fare? Tappatevi le orecchie con la cera, come suggerì Ulisse ai suoi marinai. Però lui si fece legare all’albero maestro perchè voleva sentirlo il canto di quelle gnocche delle sirene...



Nessun commento:

Posta un commento