lunedì 7 luglio 2014

Uomo avvisato...


Mhhh, ragazze che caldo! Il gelato si sta sciogliendo a vista d’occhio, gocce di sudore mi scivolano lungo la schiena e, sui ciottoli di questa spiaggia, rischio l’ustione. Butto l’occhio accaldato sulle docce. Un tizio si sta sfregando via il salino dal corpo sotto una sventagliata d’acqua fresca. Nonostante il caldo l’ormone mi si attiva e l’occhio scruta tra gli spruzzi: faccia non male, non vedo il colore degli occhi ma le spalle… Santo Cielo, non potrebbe fare qualcosina per quelle spalle? E i pettorali? Li ha lasciati sotto il cuscino stamattina e mia nonna, giuro, quando portava le borse della spesa aveva bicipiti più sodi. No, ragazzo mio, così mi si squagliano gli ormoni!

Ma dico, questi Homo Sapiens moderni non ricordano più le elementari regole del corteggiamento? Dell’attrazione tra i due sessi? Nessuno gli ha mai detto che noi donne siamo attratte da addominali scolpiti e pettorali sodi? Non lo sanno che ogni donna ha una parte preferita? No, non parlo di pollo arrosto ma di voi, di uo-mi-ni!
Qualche tempo fa, una nota rivista maschile ha pubblicato un interessante articolo che spero un gran numero di maschietti abbia letto, riletto e memorizzato per benino. Oltre a una serie di consigli per far colpo sul gentil sesso (noi femmine) l’articolo forniva la lista dei dieci muscoli più gettonati dalle signore, ovvero “come ti frizzo la pupa con un tricipite”. Insomma, non si possono lamentare. Hanno la teoria, devono solo mettetela in pratica. Farebbero un grosso favore a tutte le femmine sparse sulla faccia del pianeta e nello stesso tempo otterrebbero corpi sani, degni di un atleta greco. Mens sana in corpore sano, che volete di più?

Ma devono anche ricordarsi che non bastano bicipiti tipo palle da bowling: se c’è l’avvisaglia di una prominente pancetta, le donne ci penseranno due volte prima di considerarli come boy-friends potenziali. La titubanza è ovvia: se sono già grassottelli adesso, che ne sarà di loro (e di noi) fra una decina d’anni? La pancia si sarà dilatata, dilatata… boum!

La Scienza, quella con la esse maiuscola spiega le fondamenta di questa innata tendenza “alla ricerca del muscolo perduto”, l’inconfessato (a volte) desiderio di muscoli sodi e corpi atletici e ben scolpiti di noi, ragazze dello zoo globalizzato. Perché le donne, quando si tratta di corpi maschili, si dividono in genere in tre categorie: quelle che svengono per due chiappette sode, quelle che sbavano per un torace scolpito e quelle a cui i muscoli lunghi delle cosce di un uomo suggeriscono voli pindarici. Tre parti molto gettonate. sembra.

Yu-uuu, voi uomini, mi sentite? Occhi e viso arrivano dietro, nella classifica e sapete perché? Perché un fisico muscoloso e ben strutturato mette in evidenza la capacità riproduttiva di un uomo e la sua attitudine a proteggere/nutrire la famiglia. Wow! 
E’ un processo del tutto inconscio ma provato. Voi direte: ma nella società di oggi dove esiste una sicurezza al di là della caverna (!) e dove è possibile trovare cibo nel più vicino supermercato, queste teorie non hanno senso, sono ridicole! Storie. L’istinto prevale eccome e noi donne, in quest’epoca di monolocali e grandi magazzini, siamo ancora attratte dai corpi atletici. Eredità biologica dei nostri antenati… ops, antenate. E visto che siamo in argomento, come mai una voce calda e sensuale ci fa strizzare il cuore? (Pronto, Luca Ward?) Perché un tono profondo e grave rimanda da un tasso di testosterone naturalmente elevato… elementare Watson, elementare.

Dicevamo, a chi piacciono le natiche sode? Sono parecchie, vi assicuro e ora vi spiego perché gli occhietti cadono proprio lì. Un lato B sodo e muscoloso è segno di una buona capacità riproduttiva perché, nel momento dell’ultima spinta pelvica (pensate, concentratevi, focalizzate…), l’uomo effettua un movimento in avanti che è senz’altro facilitato da natiche belle muscolose. Questo ultimo movimento è “essenziale” per la riproduzione e quindi va da sé che, noi femminucce, ci preoccupiamo di trovare uomini adeguati per perpetuare la specie. Con natiche rilassate infatti, il “riproduttore di turno” avrà più difficoltà a portare in avanti il bacino durante l’atto sessuale, tendendo a gettare tutto il corpo sulla donna anziché solo le pelvi. L’equazione è facilissima: natiche mollicce = pupo mancato, natiche sode = pupo assicurato.

Spalle larghe, petto scolpito, braccia muscolose sono invece il segno del maschio cacciatore. Per questo ci piacciono. Gli etologi spiegano che i maschi umani hanno sviluppato spalle larghe per sollevare armi pesanti e per riportare grosse prede al focolare. Highlanders please, per di qua, legionari, avanti avanti… i SEALS a sinistra, calma calma c’è posto per tutti… ma attenzione: muscoli sì ma non troppo perché un uomo troppo muscoloso non ama altri che se stesso. Quindi diciamolo, i muscoli delle spalle sono i muscoli dell’amore e della guerra e l’equazione è a favore dei maschietti: spalle solide = donne ai vostri piedi. Le donne hanno bisogno di sentirsi protette, sappiatelo.

Perché alcune hanno una sana passione per gambe lunghe e muscolose? Questa è facile: sono simbolo di potenza e di resistenza e qui torniamo all’uomo cacciatore, al primitivo Neanderthal delle caverne. L’Homo Sapiens ha le gambe più lunghe e muscolose di tutti i Primati e un bacino stretto, che gli permette di correre più rapido e per lunghe distanze. E’ dunque un ottimo candidato per la solita faccenda della riproduzione: se porta a casa il bisonte grasso è perché è riuscito a corrergli dietro per venti chilometri e quella stessa sera muoverà le pelvi al ritmo giusto e qui qui vuole un’addizione: chiappette+spalle+cosce muscolose = cibo in abbondanza e... asilo Mariuccia.

Mie care, che vogliamo più di così? Forse un giretto all’Esselunga? A proposito, se siete single fate la spesa dopo l’orario di chiusura degli uffici. Probabile che incontriate qualche Homo Sapiens in procinto di ammazzare una confezione di pollo surgelato e chissà, magari ha le natiche belle sode sotto ai pantaloni… a voi l’arduo compito di scoprirlo!

2 commenti:

  1. Adele, avevo proprio bisogno di due risate intelligenti! Grazie, cara.
    Babette

    RispondiElimina
  2. io vorrei sapere il nome del tipo nella foto

    RispondiElimina